il tavolo, lo strumento, l'ICONA.

Zéro, il tavolo,  nasce da una visione e da una necessità espressiva risalente al 2013. Vengono da subito realizzati tre prototipi, che raccolgono da subito consensi positivi, ma necessitano del giusto tempo e percorso per essere capiti a fondo: non si tratta di fatti di un semplice tavolo, ma di un opera da interpretare. Il concetto trae spunto da quelle che sono le proporzioni auree che governano tutto quanto di armonico vi è in natura. L’interpretazione della sequenza di Fibonacci la fa da padrona, ed è il filo conduttore anche nel presente di zéro. Ad inizio 2020 il progetto giunge a maturazione: vengono effettuati studi approfonditi sulle proporzioni, definiti i volumi finali, scelti i colori che accompagneranno la collezione. Da questo momento in poi, un escalation incredibile di nuove interpretazioni, nuove connessioni con personaggi fondamentali nello sviluppo del progetto. 

zero rev video.jpg
Foto-8_edited.jpg
zero rev due video.jpg